Home
Il Meteo di Mortara
 

Amministrazione

Consiglio Comunale

Giunta

Statuto e Regolamenti

Amministrazione Trasparente width=

Sito certificato dalla
Bussola della Trasparenza dei Siti Web

Per il cittadino

Area Finanziaria

Ufficio Ragioneria

Ufficio Economato/Contratti

Ufficio Tributi

Sportello al Cittadino

Ufficio Sport e tempo libero

Ufficio Personale

Area Segreteria

Ufficio Segreteria

Ufficio Cultura

Ufficio Messi/Centralino

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Ufficio Protocollo/Archivio

Area Servizi al Cittadino

Ufficio Servizi Sociali

Ufficio Piani di Zona

Ufficio Elettorale

Ufficio Pubblica Istruzione

Ufficio Commercio/Licenze

Ufficio Anagrafe

Ufficio Stato Civile

Area Tecnica

Lavori Pubblici e Manutenzioni

Ufficio Urbanistica e Ambiente

Area Polizia Municipale

Polizia Locale

Controllo Territorio

Pubblica Sicurezza

la città

Eventi

Storia

Archivio Fotografico

Archivio Fotografico Storico

Itinerari Turistici

Fiere

Collocazione Geografica


Pagamenti On Line Mortara News Segnalazione Guasti Speciali Elezioni De.C.O. Mortara Denominazione di Origine Comunale Ecomuseo del Paesaggio Lomellino Accorcia le distanze Le Cascine della Lomellina Caduti di Mortara

Area Servizi al Cittadino - Ufficio Anagrafe

Piazza Martiri della Libertà, 21

Orario apertura ufficio:
lunedì 10.00-13.45
martedì 09.00-18.45
dal mercoledì al venerdì 10.00-13.45

Telefono: 0384 256411

E- mail: anagrafe@comune.mortara.pv.it


Ufficio Anagrafe

Gli sportelli di questo ufficio provvedono al rilascio di:

  • carta d’identità
  • certificati anagrafici
  • autenticazione di sottoscrizioni (autentica della firma di alcuni tipi di dichiarazione) e copia di documenti e legalizzazione di fotografie.

Provvedono anche:

  • alla registrazione delle variazioni di residenza (all'interno del Comune o con provenienza da un altro Comune o dall'Estero).

Carta d'identità

La Carta d'Identità, oltre a costituire documento identificativo del cittadino, consente di recarsi negli stati esteri che l'accettano come documento valido per l'espatrio. Ha validità di cinque anni e può essere rinnovata anche sei mesi prima della data di scadenza.
Non può essere sostituita per cambio di residenza.

Hanno diritto al rilascio della carta d'Identità tutti i cittadini italiani e stranieri residenti sul territorio italiano, che abbiano compiuto il 15° anno di età. Di norma il documento viene rilasciato ai soli residenti nel Comune ma, in casi eccezionali e documentati, anche a residenti in altri comuni, previo ottenimento di nulla osta al rilascio da parte del Comune di residenza.

L’utente deve produrre 3 fotografie di chiara leggibilità, recenti e uguali tra loro e la carta d'identità in scadenza (o scaduta).

In alcuni casi, ad esempio: documento per minorenni o incapaci, genitori di minorenni, stranieri, sono richieste particolari condizioni per il rilascio.

Il furto o lo smarrimento del documento devono essere denunciati alla Polizia o ai Carabinieri.
Per ottenere la nuova carta di identità il cittadino deve consegnare all'Ufficio la denuncia.
In caso di deterioramento, invece, potrà firmare una dichiarazione direttamente allo sportello.


Certificati

I certificati provano la registrazione negli archivi dell’Anagrafe e dello Stato civile di stati, fatti e qualità della persona fisica, significativi dal punto di vista giuridico.

Garantiscono la sussistenza di questi elementi nei rapporti tra privati e del cittadino con la Magistratura. Alle altre pubbliche amministrazioni, invece, è vietato richiedere certificazioni d’Anagrafe e di Stato civile al cittadino. Sono rilasciati dal Sindaco come Ufficiale di Governo che delega gli Ufficiali d’Anagrafe e di Stato civile (gli impiegati allo sportello) a compilarli e firmarli materialmente.

Tipologia: certificati ed estratti di nascita, morte e matrimonio, certificati di residenza, stato di famiglia, stato libero, esistenza in vita, cittadinanza, godimento dei diritti politici, iscrizione all’Anagrafe Italiani residenti all’Estero, certificazioni storiche di residenza e di famiglia. Le certificazioni scontano l’imposta di bollo, ad eccezione delle casistiche ex DPR 642/72 allegato B e successive modificazioni ed integrazioni, cui ci si dovrà specificatamente riferire per ottenere certificati in esenzione.

Il rilascio di certificati riguardanti il cittadino che si presenta allo sportello avviene su semplice richiesta verbale dopo l’esibizione di un documento personale che ne consenta l’identificazione.La richiesta per il rilascio di certificati riguardanti persone diverse da chi si presenta allo sportello consiste in un modello precompilato che il richiedente si limita a firmare dopo avere fornito un documento personale per l’identificazione.


Autenticazione

Il Sindaco, quale Ufficiale di Governo, incarica gli impiegati di testimoniare per iscritto la corrispondenza delle copie ai documenti originali, se esibiti insieme, e l’autenticità della sottoscrizione di dichiarazioni da parte di cittadini identificati.

Per “originali” si intendono documenti con timbri e firme (non semplici stampe). L’attestazione può riguardare solo le copie di documenti e le sottoscrizioni di dichiarazioni che non siano di competenza esclusiva del notaio (materia notarile: deleghe, procure, contratti tra privati... ). Alle altre pubbliche amministrazioni, invece, è vietato richiedere l’autenticazione di copie di documenti quando chi li presenta dichiara per iscritto che corrispondono agli originali. Alla dichiarazione firmata deve unire una copia di documento personale a prova della sua identità. In alternativa, il cittadino può anche esibire l’originale e la copia all’incaricato della pubblica amministrazione che la prende in consegna, che non può, anche in questo caso, esigere l’autenticazione della copia. La legge vieta, inoltre, di chiedere l’autentica della sottoscrizione di dichiarazioni e domande se queste vengono firmate davanti all’incaricato a cui vengono consegnate o se sono recapitate all’amministrazione destinataria insieme alla copia di un documento personale che prova l’identità di chi le sottoscrive.


Iscrizione anagrafica

Il cittadino che trasferisce la sua dimora abituale sul territorio del Comune di Mortara ha l’obbligo di chiedere l’iscrizione all’Anagrafe.

Dal 9 maggio 2012 entra in vigore la nuova disciplina prevista dallÞart.5 del D.L. 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012 n.35, che introduce il cambio di residenza in tempo reale.
I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche, non solo allo sportello comunale, ma anche a mezzo raccomandata, a mezzo fax, in via telematica.
La trasmissione telematica è consentita:

  • con sottoscrizione del dichiarante con firma digitale;
  • con invio attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  • attraverso acquisizione mediante scanner di copia della dichiarazione e di copia del documento d’identità del dichiarante e trasmissione tramite posta elettronica semplice.

Per essere accettata, la dichiarazione dovrà contenere tutti i dati obbligatori previsti nel modulo allegato alla Circolare n.9 del 27/04/2012 del Ministero dell’Interno.
Fermo restando che la decorrenza giuridica del cambio di residenza decorre sempre, come ora, dalla data di presentazione della dichiarazione, entro i due giorni lavorativi successivi il richiedente sarà iscritto in anagrafe e potrà ottenere il rilascio di certificati di residenza e stato di famiglia, limitatamente alle informazioni documentate.
Nel caso di cambio di residenza con provenienza da altro comune, entro gli ulteriori e successivi 5 giorni lavorativi, il comune di precedente iscrizione anagrafica provvederà alla cancellazione ed alla verifica dei dati forniti dal dichiarante.
Entro 45 giorni dalla dichiarazione verranno verificati i requisiti cui è subordinata l’iscrizione anagrafica; trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto.
Gli accertamenti relativi alla dimora abituale e la verifica dei documenti attestanti la regolarità del soggiorno saranno effettuati entro 45 giorni dalla dichiarazione anagrafica anche riguardo ai cittadini di Stati appartenenti all’Unione Europea.
In caso di accertamento negativo, il dichiarante sarà cancellato dall’anagrafe con effetto retroattivo (nel caso di cambio di abitazione verrà registrato nell’abitazione precedente, sempre con effetto retroattivo) e sarà denunciato alle competenti autorità per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci, ai sensi degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i.
La verifica della regolarità del soggiorno dei cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea precede l’iscrizione anagrafica.
Tutte le comunicazioni e le dichiarazioni anagrafiche relative al Comune di Mortara, dovranno essere trasmesse ad uno dei seguenti indirizzi:

INDIRIZZO POSTALE (invio a mezzo raccomandata)
Comune di Mortara
Ufficio Anagrafe
p.zza Martiri della Libertà 21 - 27036 Mortara
FAX: 038499993

E-MAIL:
anagrafe(at)comune.mortara.pv.it

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA:
comune.mortara(at)pec.provincia.pv.it
comune.mortara(at)pec.regione.lombardia.it
ATTENZIONE Per utilizzare gli indirizzi e-mail summenzionati, i caratteri: "(at)" vanno sostituiti con: "@". Tale precauzione è adottata al fine di evitare la ricezione di spam.
PRESENTAZIONE DIRETTA ALLO SPORTELLO
Lun-merc-giov-ven: dalle ore 10:00 alle ore 13:45
Mar.: dalle ore 9:00 alle ore 18:45
Telefono: 0384256411

Modulistica di riferimento

Ogni volta che il cittadino cambia indirizzo all’interno del comune di residenza deve comunicarlo all’Ufficio Anagrafe. L’ufficio annota la variazione e gli eventuali cambiamenti nella composizione dei nuclei familiari che risultano separati o riuniti a causa della nuova collocazione abitativa.

Il cittadino richiede la variazione del proprio indirizzo (residenza) direttamente allo sportello, provvisto degli estremi della patente di guida e la targa dei veicoli a lui intestati. Se con lui si spostano altri familiari è necessario fornire i loro dati personali e le stesse notizie riguardo a patente e veicoli. L’incaricato allo sportello rilascia ricevuta della avvenuta iscrizione.

Chi sposta la residenza presso un alloggio di edilizia residenziale pubblica (case popolari) deve produrre l’autorizzazione dell’ente gestore (ALER, Comune…) o il documento di assegnazione.

Le richieste di iscrizione anagrafica presentate personalmente allo sportello si accolgono, esclusivamente su prenotazione.
La prenotazione è effettuabile (anche a mezzo terza persona munita di documento dell'interessato), o a mezzo posta elettronica all’indirizzo prenotazioni: anagrafe@comune.mortara.pv.it
In caso di prenotazione tramite e-mail, dovranno essere indicati i seguenti dati obbligatori:

  • Cognome
  • Nome
  • Data di nascita
  • Luogo di nascita
  • Nazionalità
  • Città di provenienza o stato estero
  • Numero componenti coinvolti
  • Indirizzo e-mail
  • Numero di telefono

In questo caso verrà inoltrata un’e-mail con l’indicazione della data e luogo dell’appuntamento. Si prega di voler confermare la prenotazione rispondendo alla mail


Scarica la modulistica

Informazioni

Mappe cittadine

Orari uffici

Numeri di telefono uffici

Modulistica

Contatti

Posta Elettronica Certificata P.E.C.

Scrivi al Sindaco

Atti Amministrativi

Delibere

Bandi Gare ed Appalti

Concorsi

Ordinanze

Albo Pretorio

Pubblicazioni di Matrimonio

Sportello Unico

Sportello Unico per l´Edilizia

Sportello Unico Attività Produttive

Edilizia sul Territorio

Piano di Governo del Territorio

Piano Triennale Opere Pubbliche

Sportello Catastale

Enti Civici Comunali

Auditorium Città di Mortara

Biblioteca Civica - Civico 17

Scuola Civica Musicale

Ambiente

ARPA Lombardia

Bollettino qualità dell'aria

Pubblica Utilità

Numeri telefonici utili

link

Elenco siti tematici

Area riservata

Password:
 
Municipio - Piazza Martiri della Libertà 21 - 27036 MORTARA (PV) - Tel. (+39) 0384 256411 - Fax (+39) 0384 99993 - Partita IVA 00324770189
Posta Elettronica Certificata P.E.C.
Privacy Note legali
 
 
Verifica la validità dei fogli di stile Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web content Accessibility Guidelines 1.0